Il nostro Istituto Comprensivo ha partecipato il 20 novembre, in concomitanza della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, all’evento mondiale dal titolo: “La Terra: la nostra piazza per giocare”.

Di seguito le specifiche dell’evento, tratte dal sito dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria.

PREMESSA

Ora più che mai è il momento di impegnarci al fine di creare i presupposti per una convivenza civile e per un dialogo pacifico tra i popoli.

Solo attraverso una mirata educazione si può offrire concretezza a parole di pace come inclusione, rispetto dei diritti, condivisione, accettazione dell’altro, non violenza, cooperazione e fraternità.

Tra i vari strumenti che un docente può utilizzare per educare alla pace, le attività ludico-motorie risultano tra le più dirette e proficue.

Ad esempio, i giochi motori, che sono svolti in forma cooperativa e senza competizione (come i Giochi Cooperativi, chiamati anche Giochi di Pace), adottano, veicolano e trasmettono parole di pace.

La loro diffusione nelle scuole è un passaggio doveroso. L’utilizzo della rete (internet, social, youtube, etc.) può essere un ulteriore mezzo per condividere questa idea.

Per porre l’accento sul valore di tale percorso, verrà lanciato un evento internazionale in cui i bambini saranno latori di un messaggio per gli adulti; il nome di questa manifestazione sarà La Terra: la nostra piazza per giocare. L’evento si rivolge a tutti i Paesi del nostro pianeta.

L’INIZIATIVA

Nello specifico, il 20 novembre 2018 (Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza) si chiederà a tutte le scuole di far giocare i propri alunni (dai 3 ai 14 anni) per un’ora (dalle 10 alle 11) ai Giochi Cooperativi.

Un coro che nelle 24 ore si alzerà da più angoli del pianeta…

Il ruolo degli insegnanti sarà duplice: far giocare i propri alunni ai Giochi Cooperativi (dalle 10 alle 11, durante il normale orario di lezione) e spiegare loro il significato dell’evento, facendo sapere che loro coetanei, di diverse nazionalità, culture, religioni, colore della pelle, estrazione sociale, etc. stanno lanciando, contemporaneamente, lo stesso messaggio.

Messaggio che, passando da un fuso orario all’altro (sud nord / nord sud), nelle 24 ore coinvolgerà tutta la Terra.

Ad oggi il numero delle scuole aderenti è in forte crescita. Solo nella provincia di Savona: IC Albenga1, IC Savona2 e IC Celle/Varazze)

Tutto quanto accadrà in quel giorno verrà monitorato e trasmesso in diretta o differita via web e/o con mezzi di comunicazione: Youtube, Facebook, Skype, etc.

Tutte le scuole coinvolte potranno inviare video e, secondo il loro fuso orario, ricevere quanto registrato nelle ore precedenti.

 

GUARDA I VIDEO DELLE SCUOLE COINVOLTE SU QUESTO LINK:

https://sites.google.com/a/icsavona2.it/icsavona2/terra-piazza-per-giocare